Home > Giochi con carte da briscola

Giochi con carte da briscola

Giochi con carte da briscola

Contrariamente a quanto ci si possa aspettare nell' era della multimedialità i giochi con le carte sono ancora uno dei passatempi più frequenti tra amici , soprattutto se ci si trova in gruppo in una zona di mare o montagna. Di solito si possono avere a disposizione due mazzi di carte: In linea generale, con le carte napoletane si possono fare tutti i giochi che prevedono 40 carte , compresi scopa e solitario. La briscola si gioca con un mazzo di 40 carte napoletane in numero che varia da due a sei, ed esiste nelle varianti briscola a chiamata e briscolone. Un altro gioco classico di origine napoletana è Scartino , che si gioca uno contro uno o due contro due. Con tre carte a testa ed il mazzo al centro del tavolo si iniziano a scartare le carte.

Prende chi ha gettato la carta più alta. Il mattaro, a questo punto deve chiedere ad ogni giocatore se vuole una carta supplementare o meno. Finita questa fase, si apre il giro di scommesse dove è possibile puntare una determinata cifra nel piatto. Gli altri giocatori hanno la possibilità di vedere la puntata, di rilanciare oppure di passare la mano come nel poker. Una volta terminato il giro si girano le carte, chi fa punto vince, nel caso non ci sia nessun punto, vince chi vi si avvicina di più sommando i valori delle proprie carte. In casi di più giocatori con il punto o comunque in condizioni di pareggio, è possibile dividere il piatto.

In alternativa gli altri giocatori possono rientrare. Valore delle carte: Inoltre se l'Asso si trova fra le tre carte del punto, il suo valore sarà imposto dal mattaro e per quel singolo giro tutti gli Assi avranno lo stesso valore di quello che va a sommarsi al punto. È possibile inserire due jolly in modo da far risultare più facile fare punto e birillo. Se ci sono giocatori che vogliono accedere dovranno pagare la metà della posta in palio o "piatto".

È inoltre possibile durante il turno di distribuzione delle carte, poter cambiare una carta previo pagamento di una somma stabilita all'inizio del turno. Terminate la disposizione dei giocatori, designazione del mazziere e distribuzione delle carte, secondo gli usi locali, il gioco classico segue delle regole di base abbastanza semplici: Partendo dal giocatore a destra del mazziere a seguire, ogni giocatore giocherà la sua carta che riterrà più opportuna, ovvero la poserà fisicamente sul tavolo, con lo scopo di aggiudicarsi la mano o di totalizzare il maggior numero di punti da solo o nel gioco di coppia.

Da parte dei giocatori non esiste alcun obbligo di giocare un particolare tipo di seme, come invece avviene in altri giochi basati sull'atout. L'aggiudicazione della mano avviene secondo regole molto semplici: Alla fine la mano viene aggiudicata dal giocatore che ha posato la carta di briscola col valore di presa maggiore, o, in mancanza, da colui che ha giocato la carta del seme di mano comunque col valore di presa maggiore; e infine, in mancanza di carte di briscola o altre carte del seme di mano, dal primo giocatore della mano, in quanto rimane l'unico ad aver giocato la carta del seme di mano. Il giocatore che vince la mano, prende poi tutte le carte poste sul tavolo e le ripone coperte davanti a sé; in seguito sarà il primo a prendere la prima carta del tallone, seguito da tutti gli altri sempre in senso antiorario, e sarà sempre il primo ad aprire la mano successiva, e quindi a decidere il nuovo seme di mano.

La partita consiste quindi in un avvicendamento di diverse mani che si concludono con l'esaurimento del tallone, alla fine del quale si ha l'ultima mano la quale è gioco forza costituita da tre prese, che avvengono senza pescare altre carte, in quanto queste sono finite. Il codice sorgente, coperto da copyright e di proprietà di Davide Colangelo , vi mette di fronte un giocatore di medie capacità, che non commette errori, ma abbastanza metodico nelle scelte di gioco.

Insomma è battibile. Per iniziare la partita: Per giocare una carta: Per visualizzare o nascondere il punteggio raggiunto dai giocatori:

Dubito - Wikipedia

Non solo le classiche carte: anche quelle da Briscola sono perfette per i giochi. Briscola può essere da grandicelli, ma le carte permettono altri giochi carinissimi . Dubito, o più popolarmente Balle, è un gioco di carte molto semplice che può essere giocato a tutte le età e con un numero estremamente variabile di giocatori (consigliabile da 3 in su). Non si sa con esattezza quale sia il paese che ha inventato i giochi di carte però, Come la Briscola, la Scopa può essere facile da imparare, ma è difficile da. Che sia una serata in famiglia o con gli amici, un pomeriggio sotto l'ombrellone o una riunione nel periodo natalizio, un passatempo da fare. La Briscola è uno dei giochi di carte più popolari in Italia, non poteva mancare. aiutati da indicazioni con dei numeri riguardanti la scala di valore delle carte. Secondo questi ultimi la parola "Briscola" deriva dal francese "Brisque" la cui Passi per l'Asso che in molti giochi di carte e solitari è la carta di valore più. In linea generale, con le carte napoletane si possono fare tutti i giochi che prevedono 40 carte, compresi scopa e solitario. La briscola si gioca.

Toplists